NATURALMENTE
Fatti e trame delle Scienze
Libri

 

 

Gli stani incontri

 

Insegnare Biologia

 

 


LA CANDELA

piuttosto che maledire il buio

è meglio accendere una candela

Lao Tsu

Tutte le uscite della rubrica del

prof. Elio Fabri su NATURALMENTE


 

 

Riflessioni sistemiche
Enrico Pappalettere

 

Le Scienze, il Museo e la Scuola

Le Scienze, il Museo e la Scuola
II scuola estiva per insegnanti
6, 7 e 8 settembre 2016

 

 

Calci Certosa monumentale nuova gallerie di foto

 

Foto curiose

Inviate le vostre foto, curiose, insolite o insopportabili

 

Eventi 


Cercare geometrie e regolarità in foglie e rami  Scienza, Comunicazione, Società ♦ Tecnologie ed innovazione per l’Agricoltura, l’Ambiente e la Biodiversità ♦ Le Scienze, il Museo e la Scuola  Estate 2016 al Museo del Mediterraneo-Livorno  Incontri con la Matematica  Biodiversity: concepts, new tools and future challanges  Edizione 2016 del Premio Nazionale di Divulgazione Scientifica 

 Terra dei giganti al museo di Calci  

 Laboratorio 2016 “erbe per caso?”  BUGS insetti da paura! 

 


«A proposito di Uranio impoverito»

Elio Fabri

- ♦ -

Giambattista Bello

La bufala di fondo del giornalista ignorante 

- ♦ -

Fabio Fantini

Sintesi estesa e biologia quantistica

Uno sguardo sul mondo dei quanti

 

Estendere la Sintesi Moderna

- ♦ -

CIDIS Centro di Informazione e Documentazione per l’Innovazione Scolastica

Formazione alla complessità: "La civiltà dell’empatia nel pensiero di Jeremy Rifkin"

 - ♦ -

Anna Cerati

Jeremy Rifkin interpreta la Storia come evoluzione verso La civiltà dell’empatia

- ♦ -

Mimma Liber

La centralità del riferimento alle leggi fisiche nel tracciare la storia dell’uomo

- ♦ -

Lucia Torricelli 

- ♦ -

Giorgio Porrotto

La Mastrocola e la scuola

 - ♦ -

Maria Castelli 

Le alghe nella fontanella

 

Tutte le proposte per la scuola

 

Baxiu - Castelli

Osservazioni in vivo

Chiocciola • Larve di macaone • capineri alla cova  larve di libellula  Coccinelle, predatori voraci  Vespe sociali • Larve di efemerotteri • 

Afidi • Emittero pattinatore • Idracari • Dafnie e Ciclopi • Cameraria Ohridella 

 - ♦ -

Iacopo Cerri

 Riduttori di flusso... utili e semplici

 -

"Ludato sì" Opinioni di F. Fantini, S. Marullo, E. Rota, V. Pocar

M. Liber

La Chiesa s'è desta?

 -

Luciano Luciani

Un altro posto, ma qui vicino (recensione)

Antonio Raimondi, il milanese che per amore della scienza divenne peruviano

 

Buoni genitori

 

Breve storia di Domenico Tiburzi, re della boscaglia e della guazza

  -

Erika Mioni

Percorsi nel blu

 -

 

Libri: Chloris l'armonia e l'estetica della Botanica emergono con il misterioso e intrigante linguaggio del bianco e nero


Lettere - Segnalazioni
Cari amici della Limonaia lettera di Giuseppe e Teresa Longo

  ... dai lettori
Violinista nel metro: Joshua Bell  Imagine ricordo di J. Lennon  Bellezza blu  Chili Atacama le desert des fleurs  

Korciula ≈ Decesso dell’Orsa Daniza  Slovenia ≈ Sardegna ≈ La Piccardia 

 

 Gli Sbornia Bond e la crisi economica

 


"La visione del mondo più pericolosa è quella di coloro che non hanno mai visto il mondo" Alexander von Humboldt

citato da Edward O. Wilsono in "Metà della Terra - Salvare il futuro della vita", Le Scienze, Codice edizioni, 2016 pag. 78

seguici su facebook

OCCHIO alla PENNA

 

occhio alla penna

SCUOLA TRADITA. DA CHI?

 

di Giorgio Porrotto

 

In un paio di articoli pressoché a ruota (23.7 e 5.8 c.a.), Angelo Panebianco, l’editorialista di lunghis­simo corso del “Corriere della sera”, è tornato a occuparsi di scuola con due interventi, entrambi su “Sette” (la ricca rivista di varia umanità che accompagna in edicola il quotidiano milanese ogni ve­nerdì). Due interventi sullo stesso tema ed entrambi ad alto tasso di vis polemica, a partire dai titoli: il primo, “I guai della scuola? Colpa della Dc”; il secondo (in risposta ad un lettore perplesso sul titolo precedente), “Confermo, i mali della scuola vengono dalla Dc”.

Trattasi – per entrambi gli articoli, anche se condivisibili da alcuni soltanto in parte, quorum ego – di una totale contrapposizione all’esistente scolastico: un duro “no” sia al gaudio governativo per la cosiddetta “Buona Scuola” imposta da oltre un anno, sia a quel sordido e avvilente silenzio-assenso calato su di essa come per mistica ordinanza. La risoluta offensiva di Panebianco vale, per tutti, un invito a valutare in profondità ciò che per decenni è stato ignobilmente evitato: analizzare a fondo, e a dispetto di qualsivoglia renitenza, le origini e le responsabilità del progressivo e ormai sistema­tico dissesto della scuola italiana, da troppo tempo inconfrontabile con quelle dei paesi culturalmente e socialmente avanzati.

 

 

continua a leggere

 

Le altre uscite

 


LA NUOVA LIMONAIA

Assemble soci 27 giugno 2016



 

accesso area riservata